Quelli che fanno della Casa di Dio una discoteca

Abbiamo cercato mille espressioni per presentarvi questo breve video amatoriale, ma non siamo riusciti a trovare nulla che potesse spiegare ciò che vi sollecitiamo a vedere e sentire. Chi ce lo ha segnalato, ha pianto, pensando a Nostro Signore Gesù Cristo profanato. Non ci si fa l’abitudine alle profanazioni, agli abusi, alla babele liturgica.

Continua a leggere “Quelli che fanno della Casa di Dio una discoteca”

Annunci

La svolta antropologica della Gerarchia della Chiesa cattolica

La religione dell’uomo che si fa dio ha preso il posto della religione del Dio che si fa uomo.

Continua a leggere “La svolta antropologica della Gerarchia della Chiesa cattolica”

Quella “Chiesa” che piace perché è variata…

Il vaticanista Aldo Maria Valli riporta alcune notizie dal mondo della Chiesa (cattolica?). Aggiungiamo qualche nostro commento nelle parentesi.

Continua a leggere “Quella “Chiesa” che piace perché è variata…”

Ops… sbagliato “Chiesa”. Post scriptum

Questo papa esalta i falsi profeti e i cattivi maestri. Abbiamo forse sbagliato “Chiesa”?

Continua a leggere “Ops… sbagliato “Chiesa”. Post scriptum”

Quei gesuiti non cristiani…

«Il più grande trucco del diavolo è quello di convincerci che egli non esista» (Charles Baudelaire), così il nostro nemico può agire indisturbato e appropriarsi prima di tutto di quelle anime che non credono nella sua esistenza reale e personale, ma simbolica.

Continua a leggere “Quei gesuiti non cristiani…”

Don Camillo e don Chichì: quando si lascia entrare il lupo nell’ovile…

Giovannino Guareschi, lo scrittore italiano più letto e tradotto nel mondo, nel non troppo lontano 1966 seppe descrivere perfettamente il prototipo del “pretino” conciliarista che un giorno sarebbe giunto fino alle più alte sfere della Gerarchia.

Continua a leggere “Don Camillo e don Chichì: quando si lascia entrare il lupo nell’ovile…”

#Misericordia a senso unico

Il sito Adelante la Fe ha riportato la notizia della sospensione a divinis di un sacerdote colombiano, Luis Carlos Uribe Medina, voluta dal vescovo locale, Rigoberto Corredor, con la seguente motivazione: «(…) ha espresso pubblicamente e privatamente il suo rifiuto degli insegnamenti dottrinali e pastorali del Santo Padre Francesco, soprattutto per quanto riguarda il matrimonio e l’Eucaristia. (…) Sua Eccellenza il Vescovo ha convocato padre Luis Carlos Uribe Medina per sentire spiegazioni sulla sua posizione dottrinale per quanto riguarda gli insegnamenti del Santo Padre (…) in questo incontro, ha persistito nel suo atteggiamento nei confronti del Santo Padre Francesco. (…) Pertanto (…) si è separato pubblicamente dalla comunione con il Papa e la Chiesa. (…)». Non poteva mancare la “ciliegina sulla torta”: «I fedeli della Chiesa cattolica sono invitati a non seguire gli insegnamenti del sacerdote di cui sopra, finché non accetta la dottrina e gli insegnamenti del Vicario di Cristo». (Traduzione di Radio Spada).

Due veloci considerazioni.

Continua a leggere “#Misericordia a senso unico”