Schönborn & Co., si “scherza” con i fanti non con i santi!

Le  scorrette citazioni di San Tommaso d’Aquino contenute nell’Amoris Laetitia sono opera dell’eterodosso cardinale austriaco Christoph Schönborn, designato da papa Francesco in persona come l’interprete ufficiale di questo ambiguo e contestatissimo documento.

Continua a leggere…

Schönborn al posto di Muller?

Le voci sono più che insistenti: il cardinale Christoph Schönborn, oggi arcivescovo di Vienna — indicato da papa Francesco come suo interprete ufficiale dell’Amoris laetitia — dovrebbe sostituire il cardinale Gerhard Ludwig Muller come prefetto della Congregazione della Dottrina della Fede, che sarebbe destinato a Magonza, in Germania. Al massimo dopo la conclusione dell’Anno della Misericordia, potrebbe avvenire questo importante passaggio di consegne. Voluto, dicono, dal papa-re Francesco in persona.

Mettere Schönborn a difendere la Fede è come mettere Hitler a difendere gli ebrei. Del resto, è evidente che l’unica “dottrina” che il Vescovo di Roma vuole difendere è la propria.